Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto acconsenti all’uso dei cookie.

Psicologia di comunità e formazione on-line: l’utilizzo del CSCL in ambito universitario

Contributo presentato al 5° Convegno Nazionale: La prevenzione nella scuola e nella comunità. Dal Cambiamento Individuale al Cambiamento Sociale
Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell’Università degli Studi di Padova.
Padova, 23 – 24 – 25 Giugno 2005.

Poster

Andrea Solimento e Florinda Barbuto - Cattedra di Psicologia di Comunità, Università Sapienza di Roma

Psicologia di comunità e formazione online: l’utilizzo del CSCL in ambito universitario.

La letteratura è concorde nel ritenere che la dimensione cooperativa dell’apprendimento sia l’elemento caratterizzante la formazione on-line (Harasim 1995; Palloff e Pratt 1999; White e Weight 1999; Draves 2000).

Viene sottolineato inoltre l’affermarsi di nuovi ambiti di ricerca focalizzati su come gli utenti comprendono ed utilizzano la rete e che tipo di implicazioni l’uso di queste tecnologie ha sulle interazioni sociali (Talamo, Zucchermaglio 2003).

Tuttavia, anche se gli studi sulle comunità virtuali e sul CSCL sono sempre più numerosi, sono poche le ricerche svolte in ambito universitario e, in particolare, nel campo delle scienze sociali.

L’utilizzo delle piattaforme per l’e-learning in questo ambito potrebbe permettere nuove forme di formazione empowering in rete, in cui una didattica basata sul collaborative learning incoraggia gli studenti a lavorare insieme, ad essere partecipanti attivi del loro processo di apprendimento, a creare legami affettivi e di mutuo aiuto (Francescato, Tomai, Mebane 2004).

Lo scopo generale di questa ricerca è quello di osservare in che modo studenti universitari impegnati in attività seminariali di piccolo gruppo hanno interagito e collaborato in un contesto virtuale. Si è voluto osservare, in particolare, come gli studenti
hanno gestito sia l’interazione e la collaborazione in rete che le risorse offerte dalla piattaforma.

In ognuno dei quattro seminari on-line è stata trattata una specifica tematica della psicologia di comunità: Analisi di Comunità, Analisi Organizzativa Multidimensionale, Gruppi di lavoro, Educazione Socioaffettiva.

La durata dei seminari è stata di circa tre mesi; è stata utilizzata la Piattaforma Yahoo Groups.

Sono stati coinvolti 88 studenti, suddivisi in quattro gruppi omogenei per età e percorso universitario.

E’ stata condotta un’analisi quali-quantitativa dei processi di gruppo, relativi al compito e alla relazione.

Gli strumenti utilizzati sono:

  • Griglia di osservazione delle dinamiche di gruppo (Francescato, Tomai, Ghirelli 2002);
  • Interaction Process Analysis (Bales 1951);
  • Group Development Observation System (Wheelanet al. 1994).

I risultati, in generale, mostrano come i partecipanti abbiano aumentato le proprie conoscenze e competenze (valutate sulle tesine presentate a fine corso) nei quattro seminari: Analisi di Comunità, Analisi Organizzativa Multidimensionale, Gruppi di
lavoro, Educazione Socioaffettiva.

I risultati specifici sui processi interattivi e collaborativi osservati nella ricerca saranno discussi in sede di Convegno.

Abstract Book

Consulta l'Abstract Book del Convengo (link esterno).

Florinda Barbuto. P.IVA. 10371201004
Questo sito è gestito con oZone IQ 5.0 beta 0.3.3 © Copyright 1999 - 2018 Kenitte.